Una bomba è esplosa quest’oggi nell’ufficio di Sardar Amjad Farooq Khosa, parlamentare del partito di governo in Pakistan. L’esplosione è avvenuta a Raunsa, nei pressi di Dera Ghazi Khan, nel Punjab, uccidendo sette persone e ferendone dieci. Sul caso indaga la polizia, che sospetta possa essersi trattato di un attentato suicida, frutto dei recenti tentativi del governo di inasprire le regole in merito alla militanza islamica.

 

Nelle scorse settimane sono stati messi in manette alcuni capi di un gruppo estremista sunnita. Il governo ha inoltre deciso di vietare l’ingresso in città a svariate decine di religiosi, così da poter evitare esplosioni di violenza nelle strade. A ciò si aggiungono le operazioni militari portate avanti contro terroristi e taliban pakistani.

 

Il parlamentare non era presente nel suo ufficio al momento della detonazione, bensì a Islamabad. Ha commentato così la tragedia avvenuta: “Hanno perso la vita in questo attacco molti dei più collaboratori più vicini. La nostra battaglia però non può fermarsi per questo“.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.