Michelle Bachelet, presidente del Cile, ha annunciato che sono iniziati i lavori per la scrittura di una nuova costituzione per il suo Paese. Quella attualmente in vigore è datata 1980, e risale dunque al regime di Pinochet, consentendo al governo di sfruttare ampi poteri, come quello di poter liberamente sciogliere la camera bassa del parlamento.

 

Bachelet ha sottolineato come tale processo richiederà molto tempo, e da esso non verranno esclusi i cittadini. A partire dal prossimo marzo, e fino a ottobre 2016, i cittadini avranno l’opportunità di avere un dialogo diretto con le istituzioni, così da commentare la costituzione, proponendo suggerimenti. La nuova costituzione verrà presentata al parlamento nel 2017, e prima di poterla approvare si dovrà passare attraverso un referendum.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.