Per il Napoli, aver trattenuto i più forti è sintomo di solidità e di convinzione a differenza del passato

Giuseppe Bergomi, riferisce a Il Mattino la griglia di partenza per quanto riguarda le squadre favorite per la conquista dello Scudetto -secondo il suo parere- e dà i suoi primi giudizi sul campionato di serie A.

Queste le sue parole:

SUL NAPOLI

”Vedo un Napoli più forte e una Juventus più debole: tra acquisti e cessioni non credo che i bianconeri siano migliorati -ritiene Bergomi –Gli azzurri non hanno commesso, invece, gli errori delle passate stagioni. Aver trattenuto i più forti è sintomo di solidità e di convinzione a differenza del passato”.

SU JUVENTUS, INTER, ROMA E MILAN

”Juventus e Napoli sullo stesso livello, una fila indietro l’Inter, a chiudere Milan e Roma. La Juventus bene come al solito, frequenterà i piani altissimi. L’Inter è partita bene, vincere sul campo della Roma è stato un bel colpo, oltre che una grande iniezione di fiducia per un gruppo che viveva di depressione e per un allenatore nuovo.

Il Milan ha cambiato tanto, Montella ha avuto i calciatori che chiedeva, ma non credo che sia pronto per lo Scudetto. Non ho ancora inquadrato la Roma: ha incontrato evidenti difficoltà nelle prime due giornate, il segreto sta nell’assimilare in fretta gli schemi di Di Francesco. Dipende da quanto tempo impiegheranno i calciatori, i giallorossi possono finire primi o quinti”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome