FLAMENCO NAPULEÑO

A cura di Miriam Girardi

Quando due posti come la Spagna e Napoli, che si sono sempre appartenuti, si riuniscono sotto il profilo della musica, non può che nascere un qualcosa di meraviglioso, non essendo altro che due tasselli di uno stesso puzzle che si incastrano alla perfezione e questo vale quando si ascolta la musica dei Flamenco Napuleño Guitar Duo.

Classici della canzone napoletana come Indifferentemente, Rumba de Scugnizzi e Caruso, solo per citarne alcuni, accompagnati dalla chitarra flamenca, che per chi non la conoscesse differisce dalla chitarra classica per alcune caratteristiche costitutive, oltre che per una tecnica diversa soprattutto dell’uso della mano destra.

Il ponte della chitarra flamenca è più basso che nella classica in modo da diminuire l’altezza delle corde dal manico. Ciò produce quel suono caratteristico dovuto allo sfregamento delle corde sui tasti e sul manico della chitarra che differenzia una classica da una flamenca.

Un particolare molto interessante per la costruzione di queste musiche, che regalano emozioni, che fanno viaggiare con la mente e con le quali il pubblico potrà finalmente sperimentare una nuova chiave di lettura per brani che hanno fatto la storia della musica napoletana.

Lo scorso 17 Marzo hanno tenuto il loro primo concerto all’MMB di Napoli, riscuotendo grandi apprezzamenti. Sul palco hanno suonato il maestro Gabriel D’Ario alla chitarra flamenca, Dario Di Pietro alla chitarra classica e per l’occasione sono stati accompagnati da Alfredo Pumilia al violino, incantando l’intero locale.

Il 4 Aprile il loro disco Flamenco Napuleño sarà disponibile su tutte le piattaforme digitali. Inoltre per chi fosse interessato ad ascoltarli dal vivo, terranno una serie di live tra Aprile e Maggio e per essere sempre aggiornati e seguirli li trovate sui più importanti social-network.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome