Marek Hamsik, centrocampista e capitano del Napoli, dice addio e saluta il club azzurro: quella contro la Sampdoria è stata l’ultima partita giocata con la maglia azzurra dopo 519 presenze e 121 reti in 12 anni.

Il calciatore slovacco si trasferisce al Dalian Yifang, squadra cinese di Ferreira Carrasco, che aveva già cercato Ciro Immobile e Belotti nell’ultima sessione, offrendo circa 60 milioni per ciascuno. Risposte negative da Lazio e Torino, così i cinesi hanno virato su Hamsik.

Operazione da 15 milioni, 9 al giocatore

Questi i dettagli dell’operazione: Hamsik aveva  già comunicato ai compagni la sua decisione prima del match contro la Sampdoria, entro lunedì dovrebbe firmare il contratto e poi volerà in Cina per giocare con il Dailan. Operazione da 15 milioni, al giocatore un contratto triennale da 9 milioni più bonus a stagione.

Mettendo da parte l’ipocrisia per un momento, nasce spontanea una domanda: chi non prenderebbe una decisione analoga a quella presa da Hamsik?

In nome di ciò che ha dato Hamsik al Napoli in dodici anni di permanenza nella squadra partenopea e per l’attaccamento alla maglia azzurra oltre all’amore dimostrato per Napoli, non resta che formulare un grande ”in bocca al lupo” ad un uomo e professionista esemplare.
Napoli non dimentica e spera che un giorno i colori azzurri della Società possano rincontrarsi con Marek Hamsik, che potrebbe rivestire un ruolo dirigenziale o di ”uomo immagine” rappresentante di un club che ambisce a grandi traguardi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.