Un duro confronto tra due gruppi di studenti è sfociato in uno scontro a fuoco prezzo la Northern Arizona University, quando uno studente del primo anno ha ferito tre membri della sua stessa confraternita (Delta Chi), uccidendone un quarto. Il capo della polizia del campus, Gregory Fowler, ha dichiarato alla stampa che il responsabile della sparatoria è stato identificato. Si tratta del 18enne Steven Jones, arrestato subito dopo i fatti con l’accusa di omicidio e triplice aggressione, aggravate dall’uso di un’arma da fuoco.

 

L’università ha identificato lo studente rimasto ucciso, Colin Brough, e i tre feriti, attualmente in cura presso il Flagstaff Medical Center, Nicholas Prato, Nicholas Piring e Kyle Zientek. Al momento l’ospedale non ha ritenuto di poter rilasciare informazioni sullo stato di salute dei tre degenti.

 

In merito si è espressa anche Rita Cheng, rettrice del college: “Questa non sarà una giornata normale presso la NAU, perché i nostri cuori sono pesanti“. La Cheng ha però voluto anche sottolineare come questo sia stato un caso isolato e senza precedenti.

 

 

Il senatore dell’Arizona, John McCain, ha definito la sparatoria una tragedia terribile: “I miei pensieri e le mie preghiere sono rivolti al giovane rimasto ucciso e ai tre feriti nella tremenda sparatoria“.

 

La tragedia è avvenuta nello stesso giorno in cui Obama ha fatto visita a Roseburg, in Oregon, dove la settimana scorsa si era consumata una tragedia presso l’Umpqua Community College. Senza un apparente motivazione, Chris Harper Mercer ha aperto il fuoco all’interno del campus, uccidendo nove persone e ferendone otto, per poi restare ucciso in una sparatoria con la polizia.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.