President Barack Obama visits troops in Afghanistan May 26, 2014, at Bagram Air Field. Obama thanked the Soldiers, Sailors, Airmen and Marines for their service. After his speech, he shook hands with each and every member present. (U.S. Air Force photo by Staff Sgt. Evelyn Chavez)

Gli Stati Uniti non rispetteranno i tempi stabiliti per il ritiro delle forze armate dall’Aghanistan. Barack Obama ha annunciato infatti che gli attuali 9.800 soldati presenti sul territorio vi resteranno fino al termine del prossimo anno, diminuendo fino a quota 5.500 nel 2017. La motivazione alla base di tale decisione è che le forze afgane non sono considerate sufficientemente forti per poter contrastare da sole i taliban.

 

Le promesse fatte però erano ben altre, e nel 2017 sarebbero dovuti restare sul territorio afgano soltanto 1000 soldati statunitensi, con precise funzioni di difesa dell’ambasciata situata a Kabul. Lo sfoltimento delle truppe, fino a 5.500 uomini, è previsto per l’inizio del 2017, ma nessuna data precisa è stata ancora diramata. Il New York Times ha provato a fare una stima dello sforzo economico richiesto al Paese. 5.500 soldati costeranno 14.6 miliardi di dollari l’anno.

 

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.