TIFOSI NAPOLI

Nonostante il non mercato condotto dal Napoli e le ingerenze della Juve, il popolo napoletano si augura che si possa avverare quel sogno tanto agognato da vari decenni

‘La Juventus ha vinto questo mercato senza partecipare: con strategie nascoste, strategie di disturbo, alleanze, senza fare niente. E non ha sostituito neanche Cuadrado che starà fuori 40 giorni. Questa è stata la forza della Juventus. Il club bianconero e Sassuolo sono società straunite, così come il Napoli e il Chievo, è tutto lecito. La strategia Juventus-Sassuolo è stata perfetta per tirare in mezzo il Napoli, per farlo uscire male sia sotto il punto di vista dell’immagine, ma anche come contenuti di mercato, perchè non ha preso Politano “. Scrive Michele Criscitiello ed a queste affermazioni del direttore di TuttMercatoWeb è doveroso riportane altre:

ORGANICI DELLA JUVE E DEL NAPOLI

Se la Juventus ha un organico completo sia a livelli quantitativo che qualitativo, avendo anche calciatori duttili che, all’occorrenza, possono ricoprire ruoli temporaneamente scoperti per infortuni o squalifiche di alcuni giocatori, il Napoli si affida a 12-13 giocatori che stanno giocando ininterrottamente nella presente stagione e su vari fronti.

Maurizio Sarri ha costruito una squadra magnifica sotto il profilo del gioco e dei risultati. La compagine partenopea occupa meritatamente  il vertice della classifica e – insieme alla Juventus-  sta dando interesse ad un campionato che, senza l’avvincente sfida tra la squadra azzurra e quella bianconera, sarebbe diventato un torneo privo del coinvolgimento e trasporto da parte degli appassionati ed operatori del mondo del pallone con una notevole riduzione di vari introiti derivanti dalla ridotta vendita del prodotto calcio made in Italy.

INFORTUNI DI MILIK E GHOULAM

Agli infortuni occorsi a Milik e Ghoulam è stato ovviato con la continua riproposizione in attacco del trio meravigliacomposto dai tre piccoletti, veloci, e dinamici Insigne, Mertens e Callejon. I tre calciatori si sono prodigati con molta abnegazione senza poter usufruire di una qualsivoglia sostituzione per riposare sia a livello mentale che fisico.

Per il ruolo di terzino sinistro, Sarri ha provveduto a presentare pian piano un Mario Rui in grande spolvero e/o l’alternativa di Maggio sulla fascia destra e lo spostamento di Hysaj su quella sinistra.

A centrocampo vi è stata la proficua rotazione dei titolarissimi con  Rog, Diawara e Zielinski.

SARRI AVEVA CHIESTO RINFORZI

Tutto bene e Napoli capolista! Resta una doverosa considerazione: Sarri –per non correre rischi di alcun genere in questa fase delicata e forse decisiva del campionato- aveva richiesto al Club azzurro il rafforzamento del reparto di attacco, magari con l’acquisto di un giocatore duttile in grado di poter sostituire –al momento del bisogno-  uno dei tre attaccanti e per avere anche una soluzione tattica alternativa in caso di bisogno.

Milik e Ghoulam sono guariti fisicamente, ma ancora non sono pronti per rientrare in squadra onde poter dare un pur minimo contributo al raggiungimento di un obiettivo indicato anche dai calciatori azzurri.

CEFERIN, LA JUVE E LE INGERENZE DEL CLUB BIANCONERO

La società aveva individuato in Verdi e Politano i giocatori duttili richiesti da Sarri ed in grado di poter tranquillizzare il tecnico sul magnifico prosieguo del campionato fino ad ora disputato dal Napoli, ma le ingerenze della Juventus in  questo calciomercato  ed altri motivi, hanno fatto saltare trattative instaurate dal ds Giuntoli.

Alekxander Ceferin presidente UEFA, ha recentemente asserito“I club più ricchi possono comprare tutti, cosa che indebolisce le altre squadre. Decideremo di limitare il numero di prestiti o vietarli. E poi, c’è l’aberrazione del numero di giocatori sotto contratto. Ad esempio, un club italiano ha 103! Anche qui possiamo impostare dei limiti”

Ebbene, visto che nessuna normativa vieta al club bianconero di avere sotto contratto molti calciatori e considerando che strategie di disturbo ed alleanze, nel mondo dell’imprese avvengono normalmente, un club ambizioso deve ovviare a questi inconvenienti con strategie mirate di altro genere.

Il mercato è aperto 360 giorni l’anno e le due sessioni di calciomercato, di fatto, servono solo per depositare in Lega i contratti dei giocatori le cui trattative sono state probabilmente condotte precedentemente in segreto ed in altre sedi.

LE SQUADRE SI FORMANO IN ESTATE. PER I RITOCCHI ED EMERGENZE SI OPERA PER TEMPO!

Più volte Aurelio De Laurentiis, in agosto, ha commentato la chiusura del mercato asserendo di avere fornito – ai vari tecnici che si sono susseguiti sulla panchina azzurra- una squadra competitiva e se nella prima parte del campionato si fosse rilevata la mancanza di qualche giocatore in un qualsivoglia ruolo, avrebbe provveduto in corso d’opera.

Ma  … in corso d’opera dovrebbe significare  prestare  la massima attenzione verso i calciatori utili alla causa azzurra, contattarli per tempo, avere una seconda e magari anche un terza opzione e provvedere, all’apertura del mercato invernale, a chiudere, depositare in Lega ed accontentare le richieste dei suoi allenatori.

Il Napoli sta disputando un ottimo campionato ed alcuni indicano questa squadra come la compagine con il miglior gioco e più forte di tutti i tempi della storia del Club.

Il popolo napoletano si augura che al termine del torneo nazionale si possa avverare quel sogno tanto agognato da vari decenni, sperando di non dover recriminare ancora una volta per una occasione, o possibilità che si voglia, non colta pienamente da De Laurentiis.

Strategia Juventus vs cuore Napoli? In molti sperano che esca il 2 in schedina …

Vincenzo Vitiello per EuropaCalcio.it

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.