Entro marzo 2016 sarà proposto un nuovo piano per ben 200mila richiedenti asilo nei campi in Libano, Giordania e Turchia, così da poterli ricollocare nei vari paesi europei. A riportare la notizia è stato il Financial Times, che ha spiegato come la Commissione europea stia lavorando a un piano per il trasferimento dei migranti. 200mila non è un numero scelto a caso, anzi tutt’altro. E’ stato indicato dall’Alto commissariato dell’Onu lo scorso maggio, quando l’UE s’impegnò al trasferimento di soli 20mila migranti.

 

La Merkel in tal senso si è mossa in anticipo, incontrando pochi giorni fa il presidente turco Erdoğan, per delineare il trasferimento dalla Siria, passando ovviamente per la Turchia. In cambio la cancelliera si è impegnata nell’agevolare l’ammissione del paese nell’Unione europea.

 

Oltre a una promessa per il processo di ammissione però Erdoğan ha anche chiesto 3 miliardi di euro, così da poter gestire i campi profughi attualmente in funzione, che ospitano 2.5 milioni di rifugiati. A ciò si aggiunge infine la liberalizzazione dei visti dei cittadini turchi che intendano viaggiare in Europa.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.