L'informazione diventa libera

quando gli uomini sono liberi

HOME PAGE
MAGAZINE
VIENI CON NOI
CHI SIAMO

HOME PAGE

MAGAZINE

VIENI CON NOI

CHI SIAMO




7 cose strane che ci succedono quando dormiamo


Tutti abbiamo provato almeno una volta delle strane sensazioni durante il sonno: per esempio, essere vigili ma impossibilitati a muoversi, o vivere l'impressione di cadere nel vuoto.

Si tratta di sensazioni più forti del semplice sogno, vive e intense. In alcuni casi, la scienza ha dato loro un nome. Eccone alcune.

La sensazione di cadere
Si chiama illusione ipnagogica, e si verifica soprattutto nella fase di passaggio dallo stato di veglia al sonno. Perché proprio quella sensazione? Gli studiosi non lo sanno, ma sono invece sicuri che in un periodo di stress o di stanchezza la possibilità che si verifichi è maggiore.

La paralisi
Sentiamo di essere svegli, vogliamo alzarci ma non riusciamo a muovere un muscolo. È come se pesassimo cento volte il nostro peso. Incollati al letto, ci viene voglia di urlare, ma produciamo una specie di rantolo. Si chiama paralisi ipnagogica, e non è una bella sensazione.

Sonnambulismo
Il corpo è sveglio, la mente no. E così ci si muove facendo cose anche bizzarre: parlare, mangiare. Alcuni sonniferi possono esserne la causa, perché addormentano il cervello scollegandolo dal corpo, in piena attività.

Parlare nel sonno
Situazione comune a milioni di persone. Capita nelle prime due ore da quando si è addormentati, perché c'è ancora energia nei muscoli che consente di produrre suoni o parole che accompagnano i sogni.

Sogni ricorrenti
Altro classico della psicologia di settore. Secondo gli studiosi, certi sogni si ripresentano poiché rappresentano situazioni non risolte, che l'inconscio quindi ripropone affinché ci si possa trovar pace.

Sogni erotici
La cosa spiacevole, se vogliamo, è svegliarsi. Quanto al resto, si tratta dello stesso meccanismo del sonnambulismo: un corpo sveglio e reattivo, una mente scollegata dal corpo e non pienamente cosciente.

Sindrome da esplosione
Mentre dormiamo, d'un tratto, sentiamo un botto, un colpo fortissimo, o ci appare una luce abbagliante. È un forma di illusione ipnagogica, dovuta alla fase di transizione nel sonno profondo e a un corpo i cui sensi sono ancora reattivi.

BACK PAGE






7 cose strane che ci succedono quando dormiamo


Tutti abbiamo provato almeno una volta delle strane sensazioni durante il sonno: per esempio, essere vigili ma impossibilitati a muoversi, o vivere l'impressione di cadere nel vuoto.

Si tratta di sensazioni più forti del semplice sogno, vive e intense. In alcuni casi, la scienza ha dato loro un nome. Eccone alcune.

La sensazione di cadere
Si chiama illusione ipnagogica, e si verifica soprattutto nella fase di passaggio dallo stato di veglia al sonno. Perché proprio quella sensazione? Gli studiosi non lo sanno, ma sono invece sicuri che in un periodo di stress o di stanchezza la possibilità che si verifichi è maggiore.

La paralisi
Sentiamo di essere svegli, vogliamo alzarci ma non riusciamo a muovere un muscolo. È come se pesassimo cento volte il nostro peso. Incollati al letto, ci viene voglia di urlare, ma produciamo una specie di rantolo. Si chiama paralisi ipnagogica, e non è una bella sensazione.

Sonnambulismo
Il corpo è sveglio, la mente no. E così ci si muove facendo cose anche bizzarre: parlare, mangiare. Alcuni sonniferi possono esserne la causa, perché addormentano il cervello scollegandolo dal corpo, in piena attività.

Parlare nel sonno
Situazione comune a milioni di persone. Capita nelle prime due ore da quando si è addormentati, perché c'è ancora energia nei muscoli che consente di produrre suoni o parole che accompagnano i sogni.

Sogni ricorrenti
Altro classico della psicologia di settore. Secondo gli studiosi, certi sogni si ripresentano poiché rappresentano situazioni non risolte, che l'inconscio quindi ripropone affinché ci si possa trovar pace.

Sogni erotici
La cosa spiacevole, se vogliamo, è svegliarsi. Quanto al resto, si tratta dello stesso meccanismo del sonnambulismo: un corpo sveglio e reattivo, una mente scollegata dal corpo e non pienamente cosciente.

Sindrome da esplosione
Mentre dormiamo, d'un tratto, sentiamo un botto, un colpo fortissimo, o ci appare una luce abbagliante. È un forma di illusione ipnagogica, dovuta alla fase di transizione nel sonno profondo e a un corpo i cui sensi sono ancora reattivi.

BACK PAGE






7 cose strane che ci succedono quando dormiamo


Tutti abbiamo provato almeno una volta delle strane sensazioni durante il sonno: per esempio, essere vigili ma impossibilitati a muoversi, o vivere l'impressione di cadere nel vuoto.

Si tratta di sensazioni più forti del semplice sogno, vive e intense. In alcuni casi, la scienza ha dato loro un nome. Eccone alcune.

La sensazione di cadere
Si chiama illusione ipnagogica, e si verifica soprattutto nella fase di passaggio dallo stato di veglia al sonno. Perché proprio quella sensazione? Gli studiosi non lo sanno, ma sono invece sicuri che in un periodo di stress o di stanchezza la possibilità che si verifichi è maggiore.

La paralisi
Sentiamo di essere svegli, vogliamo alzarci ma non riusciamo a muovere un muscolo. È come se pesassimo cento volte il nostro peso. Incollati al letto, ci viene voglia di urlare, ma produciamo una specie di rantolo. Si chiama paralisi ipnagogica, e non è una bella sensazione.

Sonnambulismo
Il corpo è sveglio, la mente no. E così ci si muove facendo cose anche bizzarre: parlare, mangiare. Alcuni sonniferi possono esserne la causa, perché addormentano il cervello scollegandolo dal corpo, in piena attività.

Parlare nel sonno
Situazione comune a milioni di persone. Capita nelle prime due ore da quando si è addormentati, perché c'è ancora energia nei muscoli che consente di produrre suoni o parole che accompagnano i sogni.

Sogni ricorrenti
Altro classico della psicologia di settore. Secondo gli studiosi, certi sogni si ripresentano poiché rappresentano situazioni non risolte, che l'inconscio quindi ripropone affinché ci si possa trovar pace.

Sogni erotici
La cosa spiacevole, se vogliamo, è svegliarsi. Quanto al resto, si tratta dello stesso meccanismo del sonnambulismo: un corpo sveglio e reattivo, una mente scollegata dal corpo e non pienamente cosciente.

Sindrome da esplosione
Mentre dormiamo, d'un tratto, sentiamo un botto, un colpo fortissimo, o ci appare una luce abbagliante. È un forma di illusione ipnagogica, dovuta alla fase di transizione nel sonno profondo e a un corpo i cui sensi sono ancora reattivi.

BACK PAGE



Powered by MMS vers. 2.4 - © 2020 EUROTEAM